Ancora nessun commento

Yitro: Mosè impara a delegare

Yitro (Jethro)  5777
Esodo 18: 1-20: 23; Isaia 6: 1-7: 6; 9: 5-6 (Ashk.); Isaia 6: 1-13 (Seph.); 1 Giovanni 5: 1-11

“Ora Jethro, sacerdote di Madian e padre-in-legge di Mosè, sentito parlare di tutto quello che Dio aveva fatto per Mosè e per il suo popolo Israele, e come il Signore aveva fatto uscire Israele dall’Egitto.”   (Esodo 18: 1)

In studio della Torah della scorsa settimana, Beshalach , Dio portò Israele fuori dall’Egitto e divise il Mar Rosso per salvarli dal faraone e gli egiziani. Dio ha provveduto per i bisogni del suo popolo nel deserto facendo piovere la manna dal cielo e portando avanti l’acqua da una roccia.

Questa settimana, in Parasha Yitro, Mosè padre-in-law, Yitro (Jethro), proviene da Madian insieme con Mosè moglie e due figli di incontrarlo al campo degli Israeliti dopo aver sentito di tutti i grandi miracoli che Dio aveva eseguito liberare il suo popolo.

Torah scroll, Bar Mitzvah, tallit, tefillin

Un 13-anno-vecchio ragazzo ebreo porta il rotolo della Torah al Western (Wailing) Wall come gli adulti venerano la Torah baciando la Torah tik (scatola ornato proteggere il rotolo della Torah).

Mosè impara a delegare

“Così, quando Mosè padre-in-law ha visto tutto quello che ha fatto per il popolo, ha detto, ‘Che cosa è questa cosa che si sta facendo per il popolo? Perché tu solo sedersi, e tutte le persone davanti a voi dalla mattina alla sera? ‘”   (Esodo 18:14)

Yitro gioito con Mosè su tutto ciò che Dio aveva fatto per loro; ma il giorno dopo, quando Yitro vide Mosè trascorrere lunghe ore giudicare le persone, era preoccupato per la pressione sulle Mosè.

Di Mosè padre-in-law saggiamente gli consigliò di nominare altri uomini ad occupare posizioni di leadership per aiutare a portare l’onere, per timore che lo stesso Mosè usura.

Dobbiamo anche stare attenti a non permettere che il nostro lavoro, non importa quanto esigente, per occupare così tanto del nostro tempo che il nostro benessere e le relazioni soffrono di conseguenza.

Dobbiamo trovare altri ai quali siamo in grado di delegare alcuni dei nostri doveri al fine di dare più equilibrio alla nostra vita.

Mosè elegge il Consiglio di settanta anziani, da Jacob de Wit

Mosè elegge il Consiglio di settanta anziani , da Jacob de Wit

La Parola di Dio ci dice che le qualità da cercare nella scelta di potenziali leader : capaci, timorato di Dio, le persone oneste.

“Inoltre si deve scegliere da tutte le persone degli uomini capaci, come ad esempio la paura di Dio, degli uomini fidati, odiando l’avarizia; e posto su di loro per essere capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine.”  (Esodo 18:21)

La vita non è stato progettato per essere un “sprint veloce.” E ‘una maratona. Se vogliamo perseverare fino alla fine (proprio come Jethro consigliato Mosè), non dobbiamo superlavoro noi stessi.

“Non superlavoro essere ricco; A causa della vostra comprensione, cessare! Volete impostare i tuoi occhi su ciò che non è? Per la ricchezza si fa ali; . volano via come un’aquila verso il cielo”   (Proverbi 23: 4-5)

Per fortuna, Mosè ascoltava suo padre-in-law, che rivela di Mosè bellissimo tratto del carattere di umiltà . Dovremmo essere grati, e non sulla difensiva, quando Dio manda qualcuno nella nostra vita per darci la correzione necessaria per il nostro bene e per il bene degli altri.

Muro Occidentale, Muro del Pianto

uomini ebrei israeliani hanno una discussione intorno a un tavolo pieno di libri di preghiera ebraica, la Scrittura, e altro materiale di lettura al Wall.books occidentale,

La voce del Signore

“Date queste istruzioni alla famiglia di Giacobbe; annunciarlo ai discendenti di Israele … ‘Ora, se vorrete ascoltare me e mantenere il mio patto, sarete mio tesoro speciale [ segullah ] tra tutti i popoli della terra; per tutta la terra appartiene a me ‘”.   (Esodo 19: 3, 5)

In questo Parasha, i figli d’Israel camp di fronte al Monte Sinai, Mosè e va su per la montagna per incontrare Dio.

Sulla montagna, il Signore istruisce Mosè di dire la “Casa di Giacobbe” e “Figli di Israele” che Egli sta facendo una promessa speciale al popolo: essi devono essere il suo speciale-nazione un regno di sacerdoti (Cohanim mamlechet ) e una nazione santa (Kadosh v’goy) .

Se il popolo di Israele ascoltare la voce di Dio e osservarono il patto con Lui, allora Dio abbracciarli come Suo tesoro particolare . In ebraico, la parola usata è segullah , che deriva dalla parola sagol , che significa viola colore -la della regalità.

Nel Brit Chadashah (Nuova Alleanza), tutti i credenti in Yeshua (Gesù) sono figli e figlie del Re dei re e Signore dei Signori; Pertanto, siamo tutti free-re e sacerdoti del Signore.

“Egli ha fatto di noi un regno di sacerdoti per il suo Dio e Padre – a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen “.  (Apocalisse 1: 6)

Una donna tocca il muro come prega a Gerusalemme.

Le donne pregano presso il Western (Wailing) Wall a Gerusalemme.

Il popolo di Israele sono d’accordo per mantenere i comandamenti di Dio e di obbedire a Lui:

“E tutto il popolo rispose insieme e disse, ‘Quanto il Signore ha detto, noi lo faremo’”.   (Esodo 19: 8)

Mosè consacra il popolo di Israele e li prepara per incontrare Dio a ricevere la legge sul monte Sinai. Questo è stato l’intero scopo di dell’esodo dall’Egitto-Israele per ricevere la Torah di Dio (istruzione).

“Quando avrete fatto uscire il popolo dall’Egitto, servirete Dio su questo monte”.   (Esodo 3,12)

Torah, l'ebraico, la Scrittura

Torah e Yad (puntatore Torah, letteralmente mano)

Un posto speciale per le donne

Perché versi tre di Esodo 19 utilizza i due termini della “casa di Giacobbe” e “figli di Israele,” saggi ebrei credono che il primo termine si riferisce alle donne di Israele e il secondo termine agli uomini.

Si ritiene che quando Dio ha dato a Israele la Torah, Egli disse a Mosè di avvicinarsi alle donne prima.

Il Midrash (rabbinici storie, interpretazioni e commenti) stabilisce che che la redenzione messianica verrà attraverso il merito di donne rette d’Israele: “Tutte le generazioni sono redenti in virtù delle pie donne della loro generazione”   (Yalkut Shimoni, Ruth: 606) .

Forse, questo indica il ruolo di Miryam come madre di Yeshua (Gesù), che è profetizzato da Isaia:

“Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio e gli porrà nome Emmanuele “.   ( Isaia 07:14 )

Mary, la nascita di Yeshua, profezie bibliche

Un adolescente ritrae Miryam in un gioco Natività.

Purtroppo, capitolo sette di Isaia non viene letto durante le letture di Shabbat regolari. Ma noi leggiamo la nascita del Messia nella Haftarah (parte profetica) per questo Shabbat.

“Per noi è nato un bambino, c’è stato dato un figlio; e il governo sarà sulle sue spalle, e il suo nome sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace “.  ( Isaia 9: 6 )

Saggi ebrei credevano anche che le donne avrebbero prima ricevere i insegnamenti del Messia .

Mentre Gesù ha insegnato molte donne, sappiamo dalla Scrittura che un’altra Miryam è diventato il primo testimone oculare alla resurrezione di Yeshua dal-morti segno assoluto della messianicità di Gesù e la vittoria sul peccato.

“Ora, dopo essere risuscitato la mattina del primo giorno della settimana, La sua prima apparizione a Miryam di Magdala, dalla quale aveva cacciato sette demoni”.   (Marco 16: 9)

In una cultura in cui le donne testimoni non sono stati pensati per avere credibilità, questo è un evento straordinario che il Ruach HaKodesh (Spirito Santo) ha voluto che tutti noi conosciamo.

siddur-preghiera-ebraico-vayigash-salvezza

Una donna ebrea prega utilizzando un siddur (ebraica libro di preghiere) al Kotel (Muro Occidentale) a Gerusalemme.

Incontro con Dio al Foot of the Mountain

Ai piedi della montagna il terzo giorno, il popolo di Israele sono incontrati con Dio, mentre scendeva con tuoni, fulmini, nuvole spesse, e il suono forte del shofar (corno di montone) .

L’intera montagna era coperta di fumo, dal momento che Dio è venuto con il fuoco, come è scritto, “Il Signore è un fuoco che consuma.”   (Deuteronomio 04:24)

E ‘stato un tale spettacolo temibile che il popolo tremava e disse a Mosè:  “Tu, parlano con noi, e ci ascolteranno. Ma non lasciare che Dio parli con noi, o morirà.”   (Esodo 20:19 [16]) 

Per fortuna, non siamo venuti per una tale montagna di oscurità, fuoco e assordante, il rumore spaventoso, ma a monte Sion, la città del Dio vivente, alla Gerusalemme celeste e gli angeli -per Yeshua.

Siamo, quindi, entrando in un regno che non può essere scosso. Stiamo entrando “la città del Dio vivente, celeste Gerusalemme; a miriadi di angeli nell’assemblaggio festive; a una comunità dei primogeniti i cui nomi sono stati registrati in Cielo; ad un giudice che è Dio di tutti; a spiriti dei giusti che sono stati portati alla meta; al mediatore di un nuovo patto, Yeshua; . e al sangue che parla cose migliori che [il sangue di Abele]” (Ebrei 12: 22-24)

Mosè sul monte Sinai, da Jean-Leon Gerome

Mosè sul monte Sinai , da Jean-Leon Gerome

Anche se siamo sotto la grazia della Nuova Alleanza, in cui le leggi di Dio sono scritti nei nostri cuori, i comandi di Dio, scritta con il suo molto proprio dito su tavole di pietra sono eterni e vale per tutte le persone in tutti i patti .

Osservando i Suoi comandamenti è come noi mostriamo il nostro amore per Dio. Suoi comandamenti forniscono una guida per una vita sana, felice, produttiva, e armonioso in relazione con Dio e con gli altri.

“Per questo è l’amore per Dio, per osservare i Suoi comandamenti. Ei suoi comandamenti non sono gravosi “.   (1 Giovanni 5: 3)

Gesù non ci ha liberati dal peccato in modo che possiamo vivere una vita senza legge. La Parola di Dio avverte anche che le nostre preghiere non possono essere ascoltati se stiamo camminando nella disobbedienza palese alle leggi di Dio.

“Colui che si allontana l’orecchio per non ascoltare la legge, anche la sua preghiera è un abominio.”   (Proverbi 28: 9)

La legge di Dio custodisce i nostri rapporti. La prima compressa contenente i primi cinque dei dieci comandamenti si occupa il nostro rapporto con Dio. La seconda serie di cinque comandamenti si occupa con i nostri rapporti con il prossimo. Ecco perché Gesù ha detto che amare Dio e amare il prossimo riassumere i comandamenti.  (Matteo 22: 37-40)

Il Dio di Israele non è una “forza”, impersonale, ma un Dio d’amore che diventa intimamente coinvolti con gli affari del genere umano di salvare, di soccorso, riscattare e fornire.  Questo è il Dio che è degno del nostro amore e devozione, e nessun altro.

preghiera ebraica al Kotel

uomini ebrei ultra-ortodossi pregano presso il muro occidentale.

La gelosia e fedeltà

Vediamo dal secondo comandamento che tutto ciò che abbiamo posto prima nella nostra vita altro che Dio è idolatria. Dio è, per sua stessa ammissione, un Dio geloso. La radice ebraica di Kanna (gelosia) significa che la giusta indignazione del ferito .

Quando scegliamo un altro più di Dio, Egli è ferito, come un marito o la moglie è ferito da una sposa infedele .

Oggi il mondo è pieno di idoli: la ricchezza, la fama, il potere, la posizione, il denaro, il lavoro, i rapporti sessuali, celebrità, sport, anche i rapporti. Abbiamo così spesso facciamo questi desideri la nostra priorità, che tende a mettere la nostra fiducia e la fiducia in altre cose o persone per aiutarci a soddisfare quei desideri.

Tuttavia, solo Dio è assolutamente degno di fiducia, ei suoi desideri per noi sono pura e santa.

Parola profetica di Dio promette che un giorno il suo popolo non sarà più tollerare alcuna idolatria nella loro vita, ma il giorno verrà in cui il Signore dirà: “Che ho da fare con gli idoli? Sono io che rispondere e prendersi cura di voi “.   (Osea 14: 8)

Possa questa essere la generazione che cerca il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe; e possiamo diventare uniti nel amore di Cristo , adorare l’unico vero Dio in Spirito e Verità.

Invia un commento