Ancora nessun commento

Va’era: Come l’Egitto, come il mondo

VA’ERA (E mi è apparso) 5777
Esodo 6: 2-9: 35; Isaia 66: 1-24; Numeri 28: 9: 15; Apocalisse 15: 1-16: 20

“ E mi è apparso  [Va’era]  a Avraham, Yitzchak, e Yaacov come El Shaddai [אל שדי], ma il mio nome, YHVH [יהוה], io non mi faccio conoscere a loro”.   (Esodo 6: 2-3 )

In studio della Torah della scorsa settimana, Dio apparve a Mosè, ai piedi del Monte Sinai in un roveto ardente, incaricandolo di condurre gli israeliti dalla schiavitù del Faraone. Poiché Mosè stesso percepito come lento di parola, Dio ha nominato suo fratello Aronne di essere il suo portavoce.

Quando i fratelli sono andati davanti al faraone, si è rifiutato di lasciar partire gli Israeliti. Invece di fare meglio la situazione, la riduzione in schiavitù degli Israeliti è diventato più opprimente. Faraone ha richiesto loro di raccogliere il proprio paglia (mentre in precedenza era stato previsto per loro) e continuano a produrre la stessa quantità di mattoni.

Naturalmente, i figli d’Israele si lamentarono con Mosè, così ha portato la loro sofferenza di fronte a Dio, che lo ha rassicurato che le cose sarebbero andate in giro. Dio gli ha detto che non sarebbe solo di risparmiare gli Israeliti con un potente liberazione, ma il Faraone li guiderebbe dall’Egitto.

Dio appare a Mosè nel roveto ardente, da Eugene Pluchart

Dio appare a Mosè nel roveto ardente , da Eugene Pluchart

Dio redime Israele Passato, presente e futuro

In questo Parasha, Dio promette a Mosè che Egli compirà quattro atti di redenzione: avrebbe tirare fuori gli Israeliti dalla loro sofferenza in Egitto, salvare dalla schiavitù, riscattare dalla loro oppressione, con il braccio teso, e prendere loro come Sua propria nazione ( sono ) .

Questi quattro promesse sono chiamate le quattro espressioni della Redenzione, ed essi sono tradizionalmente commemorati durante il seder pasquale (pasto rituale) con quattro bicchieri di vino.

Per ciascuno di questi atti di liberazione scritti in Esodo 6: 6-7, Dio ha usato le seguenti parole ebraiche:

  • Hotzeiti (הוֹצֵאתִי) , il che significa porterò fuori ;
  • Hitzalti (הִצַּלְתִּי) , il che significa che io salverò ;
  • Ga’alti (גָאַלְתִּי) , il che significa che redimerò ; e
  • Lakachti (לָקַחְתִּי) , il che significa che mi ci vorrà .
Jewish Prayer-tallit

uomini ebrei indossano tallit (scialli di preghiera) pregano con tefillin (filatteri) e siddurim (libri di preghiera ebraici).

Dio fa anche un quinto espressione di redenzione. Egli promette Egli porterà (heveiti הֵבֵאתִי) il suo popolo indietro nella loro terra .

“E io porterò [heveiti] di terra ho giurato con la mano alzata di dare ad Abramo, a Isacco ea Giacobbe. Lo darò a voi come un possesso. Io sono il Signore “.  (Esodo 6: 8)

Duemila anni fa, quando il popolo ebraico ha vissuto nella terra promessa , questa quinta espressione potrebbe essere stato commemorato con una quinta coppa di vino durante il Seder.

Anche se Dio è stato il salvataggio del popolo ebraico dalla loro esilio e riportarli nella Terra, la quinta coppa è considerato a rappresentare un riscatto completo attraverso il Messia .

Questa quinta coppa al seder pasquale, dunque, è chiamata la Coppa di Elia, che viene lasciato intatto per il profeta Elia, che si prevede di tornare sulla terra per annunciare la venuta del Messia e il suo regno messianico.

Cinque tazze di vino seder pasquale Coppa di Elia-redenzione

Cinque lucidi, coppe d’argento decorativi pieni fino all’orlo di vino rosso durante un seder pasquale, un pasto rituale che commemora l’Esodo. La coppa più grande è la Coppa di Elia, che rimane intatta per tutto il pasto.

Quando Dio parla una parola, sarà fatto come ha detto, nonostante quanto le circostanze appaiono nel naturale.

Eppure, viviamo in un mondo decaduto. Molti di noi soffrono di miopia spirituale (miopia) causata da concentrandosi sulla nostra sofferenza e la perdita.

Gli Israeliti non erano diverse. Erano così oppressi e afflitta nello spirito che semplicemente non potevano credere a quello che Mosè disse il Signore avrebbe fatto per loro. Non potevano nemmeno ascoltare le sue parole di speranza.

“Mosè segnalato questo [promessa del Signore] agli Israeliti, ma non gli diede ascolto a causa della loro scoraggiamento e del lavoro duro.”   (Esodo 6: 9)

Questa tendenza nella natura umana dovrebbe ricordarci di essere paziente e misericordioso come noi ministro alla gente.

Ancora oggi, ci sono quelli la cui schiavitù è così crudele e il cui spirito così rotto che anche loro non possono sentire coloro che predicano la buona novella di Yeshua (Gesù). A volte, essi devono guardare camminiamo nella potenza di Dio, vedendo segni e prodigi prima che ascolteranno e credere.

A volte, dobbiamo seminare semi fedelmente, pazientemente in attesa come Dio li cresce.

“Io ho piantato il seme, Apollo ha irrigato, ma Dio ha fatto crescere.”   (1 Corinzi 3: 6)

Raccolta del grano in Israele

Raccolta del grano in Israele

Come Dio aveva loro comandato, Mosè e suo fratello Aronne (Aharon) restituiti al faraone più e più volte, chiedendogli di lasciare che il popolo di Dio in modo che possano servire a lui nel deserto.

Tutto questo conto della redenzione di Dio di Israele dall’Egitto ha un parallelo spirituale nella nostra salvezza dal regno delle tenebre, governato da HaSatan (letteralmente, l’Avversario ) e il Regno della Luce, governato dal Signore.

Siamo salvi mediante la fede in Gesù, l’agnello pasquale , non semplicemente a piedi e “fare le nostre cose.” Come fu per gli Israeliti, lo scopo della nostra libertà è quello di servire il Dio vivente.

“Egli ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasferiti nel regno del suo amato Figlio, nel quale abbiamo la redenzione, il perdono dei peccati”   (Colossesi 1: 13-14)

Nilo-Egitto-Cairo-piaghe-redenzione

Il fiume Nilo attraversa Cairo. Questo fiume importante era la posizione della prima delle dieci piaghe: il sangue.

Faraone rimane Orgogliosi Nonostante Meraviglie e Meraviglie

Dio diede a Mosè e ad Aronne un segno speciale per mostrare Faraone. In ebraico il segno è chiamato un mofet , il che significa una meraviglia o stupore . Aaron è stato quello di lanciare il suo bastone davanti a Faraone, e si sarebbe trasformato. Nella maggior parte delle traduzioni in inglese, si legge che il bastone diventò un serpente; in ebraico, la parola usata è tannino , che significa un coccodrillo .

Tuttavia, Faraone, come Dio preconosciuti, ancora rifiutato di lasciare andare il popolo; Pertanto, Dio ha mandato il Suo giudizio sull’Egitto sotto forma di dieci piaghe.

“Faraone non ti ascolterà. Poi io metterò la mia mano sull’Egitto e portare miei padroni di casa, mio popolo, i figli d’Israele dal paese d’Egitto, secondo grandi atti di giudizio “.   (Esodo 7: 4)

Bar Mitzvah-Israele-Kotel

uomini ebrei indossano tallit (scialli di preghiera) mentre ascoltano la Torah viene letta alla Western (Wailing) Wall a Gerusalemme.

Queste piaghe vengono memorizzati ogni anno seder pasquale durante la seconda coppa di vino. Una goccia viene rimosso dalla coppa per ciascuna delle piaghe, mentre il leader recita l’elenco delle decisioni in ebraico.

L’idea alla base di questa usanza è che la nostra tazza (che rappresenta la gioia) non può essere piena, mentre altri soffrono.

In primo luogo, le acque del Nilo sono stati rivolti a  sangue ( dam ) , rendendola imbevibile. Poi  le rane ( tzfardeim ) sciamarono la terra, e poi un’infestazione di pidocchi tormentato uomo e la bestia.

Fino a quando la peste di pidocchi ( kinim ) , i maghi e stregoni egiziani erano in grado di duplicare le piaghe, ma, con questa piaga, non potevano. Pertanto, hanno riconosciuto che questo è il dito di Dio.

Invia un commento