Ancora nessun commento

Parasha Mishpatim (leggi): una volta eravamo schiavi

Mishpatim (leggi) 5777
Esodo 21: 1-24: 18; Jeremiah 34: 8-22, 33: 25-26; Colossesi 3: 1-25

“Queste sono le ordinanze [mishpatim הַמִּשְׁפָּטִים] che si sta per impostare prima di loro.”   (Esodo 21: 1)

In parte della scorsa settimana della Scrittura, Israele ha ricevuto i Dieci Comandamenti sul Monte Sinai.

Questa settimana, Dio dà specifici legislazione suoceri chiamati mishpatim , il che significa che i giudizi . Questi hanno lo scopo di guidare la vita quotidiana della sua nazione santa nella giustizia e nella rettitudine.

Un uomo ebreo di indossare tefillin (filatteri) tiene un rotolo della Torah protetto da un caso di studio chiamato tik.

Un uomo ebreo di indossare tefillin (filatteri) tiene un rotolo della Torah protetto da un caso di studio chiamato tik.

Una volta eravamo schiavi

“Quando si acquista un garante ebraica, per sei anni, agirà e nel settimo anno se ne andrà libero”.   (Esodo 21: 2)

Dal momento che gli Israeliti avevano appena uscito dalla schiavitù, la prima delle offerte Mishpatim di Dio con servi e schiavi.

Secondo i rabbini, i sei anni che uno schiavo è obbligato a lavorare rappresentano i 6000 anni che lavoreremo per servire il Signore. Il settimo anno di libertà rappresenta i messianici di età i mille anni in cui ci sarà governare e regnare da Gerusalemme, con il Messia, che siederà sul trono di suo padre terreno David.

Diversi versetti più avanti in questo passaggio, le dolorose esperienze degli Israeliti in Egitto sono evidenziati ancora una volta, questa volta a suscitare empatia per l’estero. Dio comanda gli israeliti che gli stranieri siano trattati con gentilezza e rispetto.

“Tu non maltrattano uno sconosciuto né lo opprimerai, perché voi siete stati forestieri nel paese d’Egitto”.   (Esodo 22:21)

Un adolescente ebrea in possesso di un rotolo della Torah coperto da un mantello riccamente decorato Torah che commemora coloro che sono morti nei campi di sterminio nazisti durante l'Olocausto.

Un adolescente ebrea in possesso di un rotolo della Torah coperto da un mantello riccamente decorato Torah che commemora coloro che sono morti nei campi di sterminio nazisti durante l’Olocausto.

In totale, Parasha Mishpatim contiene 53 mitzvot (comandi) -23 comandamenti imperativi e 30 divieti.

Questa serie di leggi, chiamato anche “Il Codice Alleanza” da parte di alcuni studiosi della Bibbia, specificare pene per vari reati violenti come l’omicidio , sequestro di persona e aggressione . Premeditato l’omicidio, sequestro di persona, e sorprendente o addirittura maledire un genitore tutti portano la pena di morte.

“E colui che maledice suo padre o sua madre sarà messo a morte.”   (Esodo 21:17)

sono stati dati anche per quanto riguarda le leggi come fare riparazione per aggressione e lesioni causate da animali, come pure i danni alle colture o bestiame. Essi proibiscono la seduzione delle vergini, la pratica della stregoneria, la bestialità, l’idolatria, e maltrattare gli svantaggiati della società.

Le infrazioni di queste leggi spesso portano la più severa delle pene di morte per lapidazione, poiché Dio ha voluto mantenere la pace e l’ordine all’interno del campo.

Ma è più di questo. Dio ha genuina preoccupazione per la giustizia e il benessere dell’individuo. Per esempio, se un bambino la vedova o l’orfano è quello di gridare a Dio a causa di maltrattamenti di qualcuno di loro, Dio promette Egli verserà alla sua ira su di loro oppressori e ucciderli in modo che le loro mogli sarebbero state vedove e dei loro orfani  ( Esodo 22: 22-24).

Una famiglia israeliana a Gerusalemme

Una famiglia israeliana a Gerusalemme

Ricordate il sabato e la Nominato tempi

Questa settimana Parasha rivela anche la legge del sabato , che è più di un riposo sabbatico per persone ogni settimo giorno.

Ogni sette anni, la terra è per godere di un riposo sabbatico chiamato shemittàh . Israele ha chiuso il suo ultimo settimo anno di lasciare la menzogna incolto terreno nel mese di settembre del 2015.

“Sei anni seminerai la tua terra e ne raccoglierai i suoi prodotti, ma il settimo anno la lascerai riposare e rimanere incolta, che i poveri del tuo popolo mangiare; e ciò che se ne vanno, le bestie della campagna possono mangiare “.   (Esodo 23: 10-11)

Come pure, le tre feste di pellegrinaggio sono citati come un momento in cui tutti i maschi ebrei adulti sono a comparire davanti al Signore:   Pesach (Pasqua), Shavuot (Pentecoste), e Sukkot (Festa dei Tabernacoli).

“Tre volte all’anno ogni tuo maschio comparirà alla presenza del Signore Dio.”   (Esodo 23:17)

Un ragazzo israeliano aiuta a decorare la Sukkah durante Sukkot (Festa dei Tabernacoli).  (Vai Israele foto di Dana Friedlander)

Un ragazzo israeliano aiuta a decorare la Sukkah durante Sukkot (Festa dei Tabernacoli). (Vai Israele foto di Dana Friedlander)

In questo Parasha, Mosè legge prima che tutto il popolo del libro del patto che Dio ha dato a Israele. Dopo che le persone si impegnano a mantenere la legge di Dio, Moses sprinkles sangue sull’altare e sulle persone così, dal momento che tutti i patti sono formalmente ratificate e di solito sono sigillati con il sangue.

“Poi prese il Libro del Patto e lesse in presenza del popolo. Ed essi dissero: ‘Tutto ciò che il Signore ha detto che faremo, e saremo obbedienti.’ E Mosè prese il sangue, ne asperse il popolo, e disse: “ ‘Questo è il sangue dell’alleanza che il Signore ha concluso con voi secondo tutte queste parole.’ (Esodo 24: 7-8)

Allo stesso modo, il Nuovo Patto è stato sigillato con il sangue di Cristo, Gesù, l’Agnello di Dio . Alla cena pasquale con i suoi discepoli, Gesù alzò la coppa di redenzione e ha detto, “Questo calice, che viene versato per voi è la nuova alleanza nel mio sangue”.  (Luca 22:20)

Il più giusto di tutti gli uomini- Yeshua HaMashiach divenne l’espiazione finale per tutte le generazioni, che accettano il Suo sacrificio per loro conto.

“Io, il Signore, ti ho chiamato in giustizia; Io prenderò per la mano. Vi terrò e farò di te l’alleanza del popolo e luce per le genti, per aprire gli occhi ai ciechi e ai prigionieri liberi dal carcere e di liberare dalla prigione quelli che stanno nelle tenebre.”   (Isaia 42 : 6-7)

Una famiglia ebraica commemora l'esodo degli Israeliti dall'Egitto al seder pasquale.  L'ordine di questo pasto speciale è indicato nel testo chiamato Haggadah (dicendo).  (Vai Israele foto di Jorge Novominsky)

Una famiglia ebraica commemora l’esodo degli Israeliti dall’Egitto al seder pasquale. L’ordine di questo pasto speciale è indicato nel testo chiamato Haggadah (dicendo).  (Vai Israele foto di Jorge Novominsky)

Haftarah (Profetico lettura) per Mishpatim

Haftarah Mishpatim si apre con un patto che il re Sedechia (ultimo re del tempo Primo Tempio) e gli abitanti di Gerusalemme realizzati con l’altro davanti a Dio nel suo tempio santo.

In quel patto, hanno deciso di liberare gli schiavi ebrei che erano stati tenuti più a lungo il termine prescritto di sei anni.

Purtroppo, sembra che le persone hanno cercato di manipolare Dio, liberando i loro schiavi come Dio ha comandato in modo che avrebbe tornare indietro le forze d’assedio provenienti contro Gerusalemme. Una volta che queste forze d’assedio tornarono indietro, la gente ha rotto il patto, costringendo gli uomini e le donne liberate di nuovo in schiavitù.

Dio li ricorda la serietà di questo patto con l’altro inserendo nella profezia di Geremia il loro atto di camminare tra le due metà di un animale macellato.

Perché un tale scenario cruento?

Alleanze non sono da prendere alla leggera. Come i partiti dell’alleanza camminavano attraverso queste carcasse insanguinate, videro la punizione che sarebbe stato dato a se stessi per aver violato il patto che hanno fatto, sarebbero anche essere tagliato in due, metaforicamente, se non letteralmente.

pellegrini ebrei visitano la (Wailing) Wall occidentale durante la Pasqua.  Sul Monte del Tempio, la Cupola della Roccia musulmana occupa il punto in cui il Santo dei Santi sorgeva.

Pellegrini ebrei visitano la (Wailing) Wall occidentale durante la Pasqua. Sul Monte del Tempio, la Cupola della Roccia musulmana occupa il punto in cui il Santo dei Santi sorgeva. In questo Haftarah, Dio castigato la gente per sapere di più …

Di conseguenza, Dio ha promesso di rilasciare carestie, pestilenze, e la spada sopra la città-per portare Babilonia contro Gerusalemme, avvenuta sotto l’orologio di Sedechia.

Jeremiah 34: 8-16, quindi, è una profezia giudizio contro la ri-asservimento di slave Giudea e la rottura del patto.

Ancora, oggi, non possiamo fare un patto con Dio al fine di ottenere un determinato risultato (in questo caso, la sicurezza di Gerusalemme), e poi rinnegare il nostro accordo una volta che otteniamo quello che vogliamo.

Proprio come Dio aveva messo gli occhi sul patto fatto con Sedechia, ha il suo occhio i patti e le promesse che facciamo con Lui e con gli altri.

Inoltre, non possiamo aspettarci di trattare le persone come meno degno di noi a portare via i loro diritti inalienabili o approfittare del loro tempo, talenti, o di lavoro, e si aspettano la benedizione di Dio .

Dio non è così; Egli è un Dio patto di mantenimento ed Egli vuole che noi siamo altrettanto fedele.

“Se non ho fatto il mio patto con il giorno e la notte e ha stabilito le leggi del cielo e della terra, allora io respingere i discendenti di Giacobbe e di Davide mio servo e non sceglierò uno dei suoi figli per governare i discendenti di Abramo, Isacco e Giacobbe. Poiché io cambierò la loro sorte e hanno compassione di loro “.   (Geremia 33: 25-26)

Invia un commento